Terra inquieta

Immagine4

Dettagli evento

  • Da venerdì 23 novembre 2007 a sabato 26 luglio 2008
  • Napoli

Allestimento e organizzazione delle mostra Terra inquieta nell’ambito della manifestazione Futuro Remoto, all’interno di Città della Scienza: pianificazione, coordinamento e realizzazione di differenti tipologie di allestimenti; servizi di produzione di materiali originali e supporti tecnici in laboratorio di scenotecnica; logistica e personale specializzato.

La Terra inquieta è una mostra interattiva dedicata ai vulcani con particolare riferimento a quelli dell’area campana. Con i suoi tre vulcani attivi, Vesuvio, Campi Flegrei e isola di Ischia, il territorio napoletano rappresenta un vero e proprio laboratorio naturale che il visitatore può esplorare in un percorso articolato e diversificato. Metodologie divulgative moderne, exhibit immersivi e coinvolgenti, prodotti multimediali, laboratori in mostra, postazioni hands-on, ma anche pannelli didattici, illustrano le caratteristiche dei vulcani, mostrano le differenze morfologiche, la varietà e la ricchezza dei fenomeni vulcanici, permettono di conoscere i meccanismi che originano i vulcani e i loro effetti sull’ambiente naturale-antropico. La mostra, attraverso la conoscenza, conduce alle azioni necessarie per prevenire e mitigare il rischio vulcanico. Cosa sono i vulcani, come si formano, quali sono i meccanismi delle loro eruzioni? È possibile prevedere un’eruzione vulcanica? A queste ed altre domande il percorso espositivo offre una risposta fornendo le conoscenze di base sulle cause fisiche del vulcanismo e sulla modellistica delle eruzioni vulcaniche e racconta quello che noi oggi sappiamo del nostro pianeta, un sapere che molto deve allo studio dei vulcani.

Committente: Fondazione IDIS – Città della Scienza